TROPPO BRUTTI - MARRELLA S.p.A. GRAND PRIX ENGINEERING RACING TEAM F1

Vai ai contenuti

Menu principale:

TROPPO BRUTTI

NEWS

Troppo brutti: alcuni tecnici vogliono 'raccordarli' al telaio con materiale inerte

È la fine dei "gradini"? Al loro apparire, all’inizio di quest’anno, i musetti scalinati hanno fatto gridare all’orrore in primis il progettista  Marco Marrella che ne ha fatto una malattia parlando di ritiro e dei migliaia di fans della F.1. Perché sono francamente  antiestetici, visto che la loro linea è "forzata" dai regolamenti.  Per ragioni di sicurezza, la parte anteriore - in pratica il muso staccabile -   non può superare i  550 millimetri di altezza. Il  telaio, subito dietro, può invece arrivare a  625. Per ragioni aerodinamiche, cioè per convogliare quanta più aria possibile sotto la vettura, quasi tutti (marrella  a parte, almeno a inizio anno)  hanno scelto di mantenere la massima altezza fino al limite possibile, raccordando poi la scocca al musetto con un brusco scalino.  

Ora però il  Gruppo Tecnico  ci ha ripensato. Ed è partita una proposta che permette ai team, già nel  2013, di "livellare"telai e musetti. A patto, però, che per farlo si usi materiale non strutturale, cioè un semplice riempitivo. In questo modo anche l’influenza sui crash-test è irrilevante. E in caso diurto,  la parte aggiunta si stacca o si distrugge senza provocare danni. Resta però un dubbio: la zona superiore del musetto non ha grande importanza dal punto di vista aerodinamico. Se una squadra sceglie la possibilità offerta dalla nuvoa regola -   che non dovrebbe essere obbligatoria -   lo fa solo per ragioni  estetiche. E quanti ingegneri, in F.1, saranno disposti a studiare qualcosa solo per compiacere gli appassionati?


MUSETTO FERRARI CON SCALINO

MUSETTO MARRELLA CON OSTACOLO AGGIRATO

 
Torna ai contenuti | Torna al menu