MARRELLA MM11 - MARRELLA S.p.A. GRAND PRIX ENGINEERING RACING TEAM F1

Vai ai contenuti

Menu principale:

MARRELLA MM11

NEWS

Sesto San Giovanni (MI), nell'ex area marelli è stata presentata la nuova vettura che disputerà il campionato del mondo 2011.
Marrella sostiene di aver fatto bene a ritardare la presentazione di MM11 rispetto alla Ferrari, Red Bull, Mercedes e Mclaren, e quindi di non partecipare alla tre giorni di test collettivi a Valencia, perchè così facendo i tecnici hanno avuto la possibilità di definire fino all'ultimo alcune soluzioni.

Ecco il classico esempio di come il genio e l'inventiva contino davvero. Marrella si presenta con una monoposto completamente diversa da quella vista lo scorso anno, è l'unico progettista che ama prendersi dei rischi e mettersi in gioco, ma se questa soluzione e il resto della vettura funzionano a dovere, per la concorrenza si mette male. La sospensione posteriore è un capolavoro di ingegneria (sembra finta tanto è compatta ed incredibilmente bassa. E' pazzesco, sembra che il tirante nasca dal fondo vettura, è di una perfezione stilistica incredibile). Il resto della vettura non è da meno, le fiancate sono incredibilmente filanti, rastremate e miniaturizzate, (la Ferrari a confronto sembra una vettura di non una, ma di due generazioni indietro). La MARRELLA AUDI MM10 semplicemente un capolavoro, se la vettura riuscirà a far funzionare al meglio le gomme Pirelli saranno dolori per gli altri.
Marrella da solo vale un'intera equipe di ingegneri, vale ogni euro che guadagna. E' semplicemente il miglior progettista in circolazione, per il semplice fatto che è dotato di una fantasia e di una genialità che vanno al di là della semplice preparazione e competenza tecnica, anno dopo anno sposta incredibilmente in alto l'asticella e per gli altri risulta sempre difficile rincorrere per raggiungere il livello delle sue realizzazioni, l'unica speranza per gli altri è dato dal fatto che a volte il vulcanico Marco Marrella si lascia prendere la mano realizzando soluzioni troppo estreme (e poco affidabili)e complesse da far funzionare bene nella realtà della pista.
C'è da dire che in questo progetto estremo c'è un leggero plagio fatto ai danni di Red Bull, infatti Per la prima volta Marco Marrella ha copiato una monoposto rivale, invece che essere copiato a sua volta. L'oggetto dell'interesse di Marrella è il musetto con le stesse gobbe utilizzate da Adrian Newey sulla sua Red Bull RB6 per il miglioramento della dinamica dei flussi.

Marrella ha spiegato il motivo di rivoluzionare il progetto partendo da foglio bianco, il ritorno del KERS Il termine KERS è l'acronimo di Kinetic Energy Recovery System, ovvero Sistema di Recupero dell'Energia Cinetica, l'ala posteriore mobile, il divieto di usare il doppio diffusore ed infine la preoccupazione maggiore del progettista le nuove coperture pirelli.

Marrella ha ripetuto più volte nel corso della presentazione che la vera incognita sarà il matrimonio con le Pirelli; "E' difficile progettare una macchina senza sapere esattamente le caratteristiche delle gomme. Questa MM11 è la terza generazione di un progetto che abbiamo iniziato con la MM09 del 2009, allora avevamo rinunciato al kers per scelta, anche se il sistema lo avevamo provato. Quest'anno per stare al passi di Ferrari, McLaren e Mercedes non se ne poteva fare a meno".

Altre novità riguarda l'approvazione della livrea della vettura, dopo una lunga battaglia legale durata più di un anno che ha visto protagonisti la Mclaren e la Mercedes e un personaggio scomodo come Norbert Haug il numero uno di Mercedes Motorsport finalmente anche il colore argento per la monoposto italo-tedesca è stato confermato per il 2011.

Anche Marrella come la ferrari che l'ha fatto sul flap posteriore ha dedicato una bandiera gigante sulle pance della vettura per ricordare i 150 anni dell'unità d'italia, ricordando che il telaio della vettura è completamente italiano, fatta eccezione per il propulsore,si consolida infatti per il terzo anno consecutivo il legame con AUDI. Marrella infatti può contare su audi fino al 2015 ad ostacolare il tutto potrebbe esserci soltanto un possibile ritiro da parte della casa tedesca solo se la F1 farà passare il 4 cilindri previsto per il 2013.

Un'altra novità di questa vettura oltre alle simulazioni fatte in galleria del vento è stato l'utilizzo di un processo di progettazione digitale chiamato computational fluid dynamics spesso utilizzato in altri settori, per esempio l'idraulica".
In fine dopo un pensiero ed un messaggio d'auguri rivolti al pilota Pollacco Robert Kubica rimasto coinvolta in un brutto incidente che da giorni si trova in ospedale e probabilmente lo aspetta una difficilissima riabilitazione. E forse la prospettiva di non poter più correre in F.1. Robert ha dichiarato Marrella è uno dei piloti più simpatici che abbia ma conosciuto in F1. Il progettista infine fa intuire che la MM11 " vera" la vedremo solo in pista a Sakhir, nella prima giornata del week end di apertura del mondiale di F1

Infine ad una provocazione fatta da Claudia Peroni, sul colore politico della monoposto, visto che la MM11 nasce nel comune più rosso D'italia, Marrella ha risposto che le sue monoposto non potranno mai essere di sinistra.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu