ECCLESTONE - MARRELLA S.p.A. GRAND PRIX ENGINEERING RACING TEAM F1

Vai ai contenuti

Menu principale:

ECCLESTONE

NEWS > 2014

Ecclestone-Gribkowsky: caso chiuso

La libertà non ha prezzo, si dice. Per Ecclestone invece il prezzo c’è eccome: 75 milioni di euro. È la cifra che ha pagato alla procura di Monaco di Baviera per chiudere definitivamente il processo a proprio carico per corruzione.

La procura della città tedesca in cui il boss della F1 era inquisito ha infatti accettato l’offerta di transazione arrivata da parte dei legali di Bernie Ecclestone
per chiudere il processo in corso nel quale “mr. E” -com’è chiamato nel mondo della F1 – era accusato di corruzione. Ecclestone pagherà 100 milioni di dollari, circa 75 milioni di euro. La scorsa settimana Ecclestone aveva pensato di proporre una transazione di 25 milioni di euro, cifra poi triplicata per raggiungere l’accordo.

Termina così la causa iniziata lo scorso mese di aprile, che ha visto Ecclestone
accusato di aver corrotto l’ex banchiere tedesco Gerhard Gribkowsky con una mazzetta di 44 milioni di euro nell’ambito della vendita di un’importante quota del pacchetto “Formula Uno” avvenuta otto anni fa. Se “Mr .E” fosse stato riconosciuto colpevole, avrebbe rischiato 10 anni di carcere, mettendo la parola fine al suo ruolo alla guida della Formula Uno.

Adesso, dopo settimane di dibattimenti, il processo si è chiuso ed Ecclestone
che non aveva saltata quasi nessuna udienza a Monaco di Baviera raggiungendo a volte a venerdi inoltrato dalla Germania le località dei Gran premi, può tornare a dedicarsi a tempo pieno al mondo della F1. Staremo a vedere se riprenderà i pieni poteri di amministratore della società che gestisce la F1 che aveva temporaneamente lasciato durante il processo.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu